SEFER TORAH

“Libro della Legge” si denomina così il rotolo di pergamena, contenente i primi cinque libri della Bibbia, o Pentateuco (Torah). Deve essere scritto a mano da uno scriba ebreo, maschio ed adulto, su pergamena tratta da un animale kasher, usando un inchiostro speciale applicato con una penna d’oca seguendo le regole ortografiche dei masoreti. Viene conservato nell’Arón ha-Kodesh, avvolto nel meil, il manto che nella tradizione sefardita può essere sostituito da un astuccio di legno (tik), è sormontato dalla corona (atarah o kéter) che simboleggia la regalità della legge divina e dai pinnacoli (rimmonim). Durante la lettura del Sèfer Torah le mani non devono mai giungere a contatto con la pergamena, per tenere il segno si usa lo yad, un puntatore la cui parte terminale è a forma di manina chiusa a pugno con l’indice proteso.