15-4-2012

PIACE LA LETTERATURA AMERICANA IN COMUNITA’

La letteratura americana piace ai casalesi: sala piena alla Comunità Ebraica di Casale Monferrato anche per questo secondo appuntamento con Gianni Abbate e Cristina Iuli, dedicato agli scrittori d’oltre Oceano di origine ebraica. Questa volta il percorso intitolato “Voci Ebraiche nella Letteratura Americana” ha analizzato due testi-chiave Chiamalo sonno (Call it sleep. 1934) di Henry Roth e Ombre sull’Hudson (Shadows on the Hudson 1958) di Isaac Bashevis Singer esponente di una corrente più legata al mondo Yiddish

Particolarmente significativa la genesi del volume i Roth ricordata dalla docente di letteratura americana dell’Università del Piemonte Orientale: scritto negli anni 30, ma destinato a diventare un best sellers sono 3 decenni più tardi, quando la seconda generazione di ebrei americani lo adottò come un libro esemplare per descrivere le radici dei tanti immigrati delle comunità dell’Europa orientale. Vi si riconobbero i figli di un popolo arrivato in America con solo la propria conoscenza dell’Yiddish che erano diventati in un breve tempo docenti nei college americani, integrati, ma con il timore di perdere le proprie radici.
.
Prima del terzo appuntamento con questo “duo letterario” così caro ai Casalesi, previsto per il 6 maggio, la comunità ha ancora un fitto calendario di eventi: domenica 22 aprile si celebrano un alcune ricorrenze importanti riunite sotto il nome di “Yom Ha Shoà” che diventeranno spunto per una conferenza dal titolo “Emancipazione e Liberazione, l’indipendenza ebraica nel novecento tra Shoà e Israele” con Claudio Vercelli e Paolo de Motoli. Il 25 aprile è una data molto attesa dalla Comunità che nel giorno della Liberazione viene coinvolta in un appuntamento che “mette in scena” – letteralmente – una parte della propria storia, ricordando personaggi e fatti ancora ben presenti nella memoria cittadina. Alle 17 al Teatro Municipale di Casale Monferrato viene presentato il docu-film L’ora del tempo sognato realizzato dall’Associazione Culturale C’era una volta in collaborazione con La Comunità Ebraica, il Comune di Casale Monferrato, Monferrato TV, la Fondazione Cassa Risparmio di Torino e la Fondazione Cassa Risparmio di Alessandria, Il lungometraggio per la regia e sceneggiatura di Massimo Biglia, ricostruisce di Gioconda Carmi e Giuseppina Gusmano. Quest’ultima, dichiarata “Giusto tra la Nazioni”, ospitò nella propria casa di Casale molti bambini ebrei durante l’ultima guerra. La storia di questa amicizia, è stata ricostruita dal progetto “Adotta un ricordo” che ha coinvolto le scuole del comprensorio. A partire dalle 11 del mattino di mercoledì 25 aprile 2012 la Comunità Ebraica di Casale Monferrato, ospiterà il backstage fotografico e una esposizione da disegni, libri e oggetti a cura Massimo Biglia, Carlo Ghiani e Dario Canova.

Tutti gli appuntamenti in Comunità sono ad ingresso libero. La presentazione al Municipale è ad ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento di posti telefonando al 0142 71807