28-02-2012

DOMENICA A CASALE SI FESTEGGIA PURIM

Incontro con Sonia Brunetti Luzzati e Daniela Sironi su XXXXX
Le attività culturali alla Comunità Ebraica di Casale Monferrato riprendono domenica 4 marzo alle ore xxx in occasione per i festeggiamenti di Purim. Un momento di gioia e felicità accompagnato da una conferenza di Sonia Brunetti Luzzati e Daniela Sironi sulle origini e il significato di questa ricorrenza.
Come molte altre feste ebraiche anche questa è diventata un’occasione per molti cittadini di Casale per incontrarsi attorno alla Sinagoga alla scoperta di suggestive tradizioni. E questa volta si tratta di tradizioni particolarmente allegre: Purìm, che cade, secondo il lunario ebraico il 14 del mese di Adàr ed è spesso vista come un corrispettivo del Carnevale di tradizione cristiana: a Purìm, il popolo ebraico si rallegra per lo scampato pericolo, non solo quello descritto nell’episodio biblico che ha dato origine alla festa, ma per tutte le disgrazie patite dei periodi successivi.
Le radici di Purim risalgono a circa 2500 anni fa e ci vengono raccontate nella meghillàth Estèr, che si legge due volte, una alla sera e una alla mattina. Si legge che Assuero, re di Persia e di Media scelse per sposa l’ebrea Estèr che divenne la nuova regina. Ma il primo ministro del re, il crudele Hamàn avendo visto che l’ebreo Mordekhài si rifiutava di chinarsi al suo passaggio chiese ed ottenne dal re che tutti gli ebrei del suo grande regno fossero uccisi, in un giorno che sarebbe stato tirato a sorte ( in ebraico pur). Fu così tirato a sorte il giorno 13 di Adar. Estèr informò il re sulle malvagie macchinazioni di Hamàn e supplicò di salvare il suo popolo e lei stessa. Fu proprio per merito della saggia regina se una volta ancora gli ebrei, con l’aiuto del Signore, riuscirono ad ottenere la libertà. Il re ordinò che Hamàn fosse impiccato e che grandi onori fossero attribuiti a Mordekhài che, per di più, l’aveva salvato da un malvagio complotto. Permise anche agli ebrei di difendersi, il fatale giorno 13. Gli ebrei furono pronti a combattere, tanto che il giorno 14 poterono celebrare la loro grande vittoria. Nella capitale Shushàn, però, la battaglia durò due giorni. Ecco perché, ancora oggi, nelle città circondate da mura ai tempi di Giosuè , Purìm viene festeggiato il giorno 15 e si chiama Purìm Shushàn.
Purìm ci insegna che la festa deve essere celebrata da tutti in grande allegria e con amore reciproco. Si usa festeggiare Purìm con balli e canti e i bambini si mascherano, impersonando i vari personaggi storici e naturalmente si legge il libro di Ester con grande partecipazione: ogni volta che si pronuncia il nome di Hamàn gli ascoltatori agitano raganelle in segno di disaprovazione. La comunità Casalese ne possiede una bella collezione che viene spesso utilizzata in questa occasione.
Sonia Brunetti Luzzati Dirige le Scuole Ebraiche di Torino, ha collaborato per anni con il Dipartimento di Studi Politici dell’Università di Torino. Laureata in Pedagogia ha tenuto corsi sulla didattica della Shoà e sul tema razzismo/antirazzismo. Autrice di articoli e pubblicazioni ha scritto tra l’altro con Rav Della Rocca il “Dizionario dell’Ebraismo” edito da Electa Mondadori e collabora con la News Letter dell’UCEI (Unione delle Comunità Italiane)
Dott.ssa Daniela Sironi Laureata in Lettere Moderne, ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia contemporanea presso l’Università di Sassari. Ha fondato la Comunità di Sant’Egidio a Novara nel 1981, di cui è responsabile. Nel 1985 ha ricevuto dal vescovo mons. Aldo Del Monte il premio Cortinovis per la bontà cristiana. Per l’impegno della Comunità di Sant’Egidio nella vita della città ha ricevuto nel 2008 il riconoscimento di “Novarese dell’Anno”. Dal 1992 è responsabile regionale della Comunità di Sant’Egidio e dal 1998 è il referente per il nord Italia della Comunità di Sant’Egidio a tempo pieno. Rappresenta la Comunità di Sant’Egidio nelle sedi congressuali, nei rapporti istituzionali, presso la stampa. Per l’impegno internazionale vissuto nella Comunità di Sant’Egidio, dal 2005 al 2010 è stata delegata del vescovo di Novara per l’ecumenismo e il dialogo.Dall’aprile 2009 è presidente della “Comunità di Sant’Egidio – Piemonte – Onlus”.
Ingresso Libero
COMUNITA’ EBRAICA
Vicolo Salomone Olper 44 – 15033 Casale Monferrato
Informazioni telefono 0142 71807 www.casaleebraicaorg